Università
della
Svizzera
italiana
Academy
of Architecture

 
 

Christoph Frank_Piranesi, the (paranoid) visionary_Conferenza pubblica

04.05.2017

 

 

Conferenza pubblica

 

Prof. Christoph Frank

 

Piranesi, the (paranoid) visionary
On the occasion of an outstanding discovery


Nel 2014, Georg Kabierske, uno studente diciannovenne, ha riconosciuto in due album di disegni conservati presso la Staatliche Kunsthalle di Karlsruhe, la mano di Giovanni Battista Piranesi (1720-1778), uno degli artisti più influenti della Roma settecentesca, se non dell’Europa intera. La scoperta, data l’estrema rarità del corpus dei disegni di Piranesi, è da considerarsi tra le più rilevanti dal secondo dopoguerra ad oggi, e tale da cambiare molto probabilmente il nostro sguardo sull’opera dell’artista.
Nella sua conferenza, Christoph Frank, che è stato coinvolto nella vicenda sin dall’inizio, presenta al pubblico i due album, la loro storia e il loro contenuto, soffermandosi sull’incessante attrazione che l’arte di Piranesi ha continuato a svolgere, e sull’instancabile interesse del Modernismo nei confronti della sua travolgente visionarietà.


Christoph Frank ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia della tradizione classica al Warburg Institute dell’Università di Londra (1994). Si è occupato di arte e architettura europea del Settecento, e più recentemente della storia dell’arte in tempo di guerra e di genocidi. Professore di ruolo all’Accademia di architettura di Mendrisio dal 2006, ha fondato nel 2011 e dirige l’Istituto di storia e teoria dell’arte e dell’architettura (ISA).

 

Giovedì 04 maggio 2017 ore 19.30

Aula magna, Palazzo Canavée

 

In 2014, Georg Kabierske, a nineteen-year old student recognized in two albums at the Staatliche Kunsthalle Karlsruhe, the hand of none other than Giovanni Battista Piranesi (1720-1778), one of the most influential artists of eighteenth-century Rome, if not Europe. The discovery, now considered the most important since 1947/48, is very likely to change our understanding of Piranesi’s work. In his lecture Christoph Frank, who was involved in the discovery from the early days, will give an overview of the two albums and their history as well as their contents. At the same time, he will try to tackle
once more the extreme attractiveness of the artistic production of Piranesi, while focusing on certain aspects of Modernism’s unrelenting interest in
Piranesi’s overwhelming vision.

Christoph Frank holds a Ph.D. in the History of the Classical Tradition from the Warburg Institute of the University of London (1994). He specializes in eighteenth-century European art and architecture while showing in recent years an ever more pronounced interest in the history of art in times of war and genocide. Since 2006 he is Full Professor at the Mendrisio Academy of Architecture and founder and director since 2011 of the Institute for the
History and Theory of Art and Architecture.

Article provided by
USI Feeds