Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Novità

M.A.P.  

Come evitare la creazione di nuovi ghetti o il proliferare di quartieri-dormitorio? In che modo l’agire architettonico incentiva il legame tra la dimensione individuale e familiare e quella sociale e collettiva? In questa duplice specificità risiede la peculiarità del social housing: rispondere a esigenze primarie e offrire scenari di vita capaci di accogliere la complessità dello spazio pubblico. Così facendo la progettazione dell’alloggio sociale si lega al fatto urbano e alla sua profonda stratificazione sociale, culturale e temporale. La progettazione di importanti brani di città costituisce il motivo di fondo di tutte le 15 edizioni del WISH (Workshop on International Social Housing), un progetto formativo avviato nel 2003 dall’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana e che questo volume racconta.

Quindici anni di WISH

Workshop on International Social Housing

2003-2017

a cura di

Martino Pedrozzi, Andrea Nardi

17 x 24 cm

280 pp.

96 ill. col., 204 ill. b/n

brossura

italiano

ISBN 9788887624915  

€ 39 / frs. 39.‒

Acquista

Questo libro è l’esito di un progetto didattico che origina da una consolidata prospettiva di ricerca sulla città contemporanea. Utilizza il caso di Milano come introduzione allo studio della coevoluzione tra città sociale e città fisica – un tema analitico e progettuale che ha segnato l’urbanistica moderna.

Nella prima parte si descrive il processo di formazione della città-di-fatto di Milano, nella seconda viene presentata una metodologia di analisi della morfologia del territorio del comune di San Donato Milanese, interpretato come parte, come quartiere, della Grande Milano.

Antonio Calafati,

Carlottavio Basellini, Alberto De Lorenzo, Stefano Zoli

Milano: città e territorio.

Uno studio di caso

19 x 22,5 cm

96 pp.

80 ill. col., 14 ill. b/n

brossura

italiano

Silvana Editoriale

ISBN 9788836646647  

€ 20 / frs. 20.‒

Acquista

Questo nono numero dei Quaderni del corso di Bachelor “Sistemi e processi della costruzione” è dedicato a un progetto firmato dall’architetto Roberto Bianconi, le Case Terenzio a Bellinzona (1969-1971). Edifici sui quali gli allievi di secondo anno dell’Accademia di architettura, guidati dal professore Franz Graf, hanno svolto un esercizio che si è articolato nella raccolta e nell’analisi della documentazione originale, nel ridisegno dei piani costruttivi e nella produzione di assonometrie e modelli costruttivi in scala. Una selezione del materiale raccolto per il corso – disegni originali e foto d’epoca – accanto a una lettura storica, a un’analisi strutturale e a una scelta degli elaborati degli studenti, compone questo opuscolo, che non solo vuole testimoniare la presenza sul territorio ticinese di un’architettura di valore, ma fornire anche agli operatori preposti alla sua salvaguardia spunti per eseguire in modo adeguato ogni intervento di manutenzione o restauro.

“Sistemi e processi della costruzione. Quaderno 9”

Roberto Bianconi

Case Terenzio, 1969-1971

a cura di

Franz Graf, Britta Buzzi-Huppert

21 x 29.5 cm, 64 pp.
35 ill. col., 25 ill. b/n
brossura
italiano / inglese
ISBN 9788887624878
€ 25 / frs 25.–

Acquista

 

Il volume raccoglie una serie di contributi che illustrano il lavoro svolto in questi anni dal Laboratorio Ticino, struttura dell’Accademia di architettura dell’USI dedicata alla progettazione del territorio e il cui operato si riversa anche nell’insegnamento e nella divulgazione della cultura urbanistica e paesaggistica contemporanea.

Testi di Michele Arnaboldi, Gianni Biondillo, Riccardo Blumer, Frédéric Bonnet, Claudio Ferrata, Aurelio Galfetti, João Nunes, Gian Paolo Torricelli e Simone Garlandini.

Laboratorio Ticino

a cura di Michele Arnaboldi

con Enrico Sassi e Francesco Rizzi
19 x 24,5 cm, 228 pp.
255 ill. b/n e col.
brossura
italiano

ISBN 9788887624885
€ 39,00 / frs 39.–

Acquista

Attraverso l’analisi delle dinamiche artistiche e sociali che sottostanno alla gestione e alla direzione di un cantiere importante come quello per l’erezione del Duomo di Como ‒ dove erano attivi pittori, maestri vetrai, orefici e altri scultori ‒, e ripercorrendo la storiografia dedicata ai quattro fratelli Rodari, il volume ricostruisce l’attività di Tommaso e della sua bottega riassestando la cronologia di alcune opere e proponendo un percorso lineare dagli esordi fino alla tarda attività.

Prefazione di Giovanni Agosti.

Mirko Moizi

Tommaso Rodari

e il Rinascimento comasco

19 x 24,5 cm

340 pp.

196 ill. b/n, 8 ill. col.

brossura

italiano

Silvana Editoriale

ISBN 9788836644759

€ 40 / frs. 40.‒

Acquista