Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Teatro dell’architettura

M.A.P.  

Louis Kahn e Venezia: rapporti umani, progetti, mostre, incontri con gli studenti, conferenze e riflessioni speciali, come quella improvvisata sul tetto di Palazzo Ducale, davanti alle cupole marciane. Ogni capitolo di questa liaison apre pensieri su temi complessi: il rapporto tra la memoria del passato e la cultura del presente; la rilettura dell’architettura antica da parte di un visionario moderno; il rapporto tra architettura e ingegneria in un Palazzo immaginato come un grande ponte sospeso; la ricezione dell’opera di Kahn in Italia e la speranza progettuale della cultura moderna. Dalla somma di queste esperienze emerge la lettura che Louis Kahn fa di Venezia, ancora oggi meritevole di essere approfondita sia in chiave storica sia in relazione ai problemi odierni della città.

Testi di: Elisabetta Barizza, Mario Botta, Fulvio Irace, Gabriele Neri, Werner Oechslin.

Louis Kahn e/and Venezia

a cura di /edited by

Elisabetta Barizza, Gabriele Neri

27 x 27 cm, 222 pp.

50 ill. col., 150 ill. b/n

cartonato

italiano / inglese

Silvana Editoriale

ISBN 9788836641628

€ 50 / frs 50.‒

Acquista

Il volume presenta una serie di installazioni concepite e realizzate dagli studenti di Riccardo Blumer all’Accademia di architettura di Mendrisio. Esse rappresentano l’esito di un percorso didattico per il quale i principi fondamentali dell’architettura vengono appresi riflettendo innanzitutto sul corpo umano: enfatizzandone il ruolo poietico (il corpo che costruisce oggetti), la sua potenzialità scenica (il corpo come dispositivo spaziale in movimento) e il suo essere unità di misura del mondo. Gli studenti hanno quindi individuato e incrociato due ambiti di indagine: da un lato un tema architettonico elementare, archetipico (la porta, il muro, il percorso, eccetera); dall’altro una riflessione sui fenomeni fisici e il loro rapporto con il corpo, utilizzando l’elettronica, la programmazione, il bricolage. Il risultato è un insieme di installazioni con le quali il corpo dell’osservatore interagisce e da cui emerge una meditazione sui temi primari dell’architettura

Atelier Blumer

Sette Architetture Automatiche

e altri esercizi

a cura di Gabriele Neri

14 x 22,5 cm, 108 pp.

54 ill. col., 28 ill. b/n

brossura

italiano / inglese

Corraini Edizioni

ISBN 9788875707149

€ 20 / frs 23.‒

Acquista