Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Mostre 2014–2015

 

Dopo una parentesi a settembre con la presenza, nell’atrio di palazzo Canavée, della mostra itinerante Umsicht-Regards-Sguardi 2013 della SIA, la Società svizzera degli ingegneri e degli architetti, quest’anno la Galleria inaugura con una mostra riservata al vincitore del BSI Swiss Architectural Award, lo spagnolo José María Sánchez García, e a tutti i candidati del premio internazionale di architettura, giunto alla sua quarta edizione. Segue l’esposizione sull’attività didattica, con i corsi e i lavori degli studenti realizzati negli atelier di progettazione durante l’anno accademico 2013-14. L’attività espositiva riprende dopo le festività invernali con la mostra Hélène Binet-Dialogues dedicata al lavoro della fotografa svizzera. Come di consueto, a chiusura dell’anno accademico, verrà organizzata l’esposizione dei progetti di Diploma 2015.

Il calendario dettagliato delle mostre sarà comunicato all’inizio dell’anno accademico.

  • Direttore
    • Marc Collomb
  • Coordinatore di Direzione
    • Marco Della Torre
  • Responsabile
    • Stefania Murer
Mostra Data
SIA Umsicht, Regards, Sguardi 2013 08 settembre - 26 settembre 2014
BSI Swiss Architectural Award  18 settembre - 26 ottobre 2014
Mad'14 Mostra sull'attività didattica 13 novembre - 20 dicembre 2014
Hélène Binet, Dialoghi 20 febbraio - 12 aprile 2015
Experimenta 01 23 aprile - 22 maggio 2015
Topics of Architecture 20 giugno - 19 luglio 2015
Foto Alberto Canepa

Umsicht–Regards–Sguardi
2013
08 settembre – 26 settembre 2014

La terza edizione del premio Umsicht – Regards – Sguardi, promosso dalla Società svizzera degli ingegneri e degli architetti (SIA), riguarda opere che, attraverso una scelta progettuale olistica e innovativa, non solo offrono soluzioni tecniche e sostenibili, ma si propongono di valorizzare il territorio svizzero guardando al futuro. Una giuria internazionale e interdisciplinare ha premiato cinque opere e ne ha segnalata una sesta. Ciò che accomuna tutte le opere è il loro sguardo lungimirante con cui affrontano le sfide poste dalla contemporaneità. Nella stessa prospettiva interdisciplinare che anima lo spirito del premio, i progetti in mostra a Mendrisio sono presentati utilizzando strumenti diversi: testi, elaborati grafici, schizzi come anche i video del cineasta Marc Schwarz e gli scatti del fotografo svizzero Tom Haller che moltiplicano i punti di vista sulle opere esposte. In mostra è disponibile l’opuscolo in tre lingue

Foto Enrico Cano

BSI
Swiss Architectural Award 

2014

18 settembre - 26 ottobre 2014

La mostra presenta al pubblico i lavori dei 27 candidati al BSI Swiss Architectural Award 2014, con un approfondimento particolare dedicato al vincitore. Corredata da un catalogo edito da Mendrisio Academy Press e Silvana editoriale documenta l’esito della quarta edizione del premio internazionale di architettura BSI Swiss Architectural Award, attribuito all’architetto spagnolo José María Sánchez García. Oltre ai lavori presentati dagli altri 26 candidati, provenienti da 16 paesi, l’esposizione offre un inedito approfondimento dedicato alle opere del vincitore: la sistemazione dell’area del Tempio di Diana a Mérida (2005-2008), il Centro per l’innovazione sportiva “el Anillo” a Guijo de Granadilla, Cáceres (2008-2009) e il Centro di canottaggio ad Alange (2008-2010). Opere che saranno documentate dagli scatti fotografici e dai filmati realizzati per l’occasione da Enrico Cano e Daniele Marucci, e da modelli ed elaborati grafici provenienti dallo studio dell’architetto. La mostra sarà corredata da un catalogo, curato da Nicola Navone, edito da Mendrisio Academy Press e Silvana Editoriale.

Foto Alberto Canepa

MAD 2014
Mostra sull'attività didattica

13 novembre – 20 dicembre 2014

L’esposizione di una selezione della produzione degli studenti, frutto delle attività didattiche svolte in Accademia di architettura durante il corso dell’anno, costituisce un fondamentale momento di confronto e di conferma per tutta la comunità accademica di Mendrisio come anche un’occasione per mostrare al pubblico esterno le potenzialità della scuola in termini di didattica e ricerca. 

MAD.’14, mostra sull’attività didattica, è articolata in modo da informare il visitatore in merito ai contenuti cercando di restituire a livello percettivo la particolare vitalità creativa che anima la scuola nell’ambito dei suoi atelier di progettazione ma anche tramite la descrizione dei differenti approcci e delle tematiche che vengono affrontati all’interno dei corsi teorici, a dimostrazione di una grande ricchezza in termini di offerta formativa.

Foto Helene Binet

Hélène Binet

Dialoghi

20 febbraio – 12 aprile 2015

Hélène Binet (1959), nata in Ticino e residente a Londra, è una delle più originali e apprezzate figure della fotografia d’architettura a livello internazionale. Ha collaborato con molti architetti contemporanei: Zaha Hadid, John Hejduk, Daniel Libeskind, Peter Zumthor, Caruso St John, Peter Eisenman, David Chipperfield, Studio Mumbai. Ha inoltre fotografato architetture di Andrea Palladio, Nicholas Hawksmoor, Alvar Aalto, Le Corbusier e Sigurd Lewerentz. Più di recente si è dedicata a temi paesaggistici. 
I suoi lavori sono stati esposti in numerose istituzioni tra cui la Biennale di architettura di Venezia e la Barbican Art Gallery di Londra. I suo lavori sono documentati in numerose pubblicazioni, tra cui la monografia Composing Space. The Photographs of Hélène Binet (Phaidon, 2012). Tra i riconoscimenti ricevuti, si segnala il Julius Shulman Institute Excellence in Photography Award (2015).
Dal 2011 Hélène Binet ha tenuto workshop di fotografia presso l’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana.

Experimenta 01

Experimenta 01

22 aprile - 22 maggio 2015

Experimenta 01

L’Accademia di architettura inaugura una prima esposizione dedicata alle attività didattiche che si svolgono all’interno dei workshop istituiti nel tempo dalla scuola con lo scopo di integrare la propria offerta formativa. 
Il workshop Building Reality, diretto dall’architetto Diébédo Francis Kéré, si svolge in Burkina Faso dove gli studenti possono avvicinarsi ai temi dell’autocostruzione e del progetto sostenibile praticato con l’uso di tecnologie e materiali locali nel  contesto di un paese povero e in via di sviluppo. 
Filmare l’architettura, il workshop diretto dal prof. Marco Müller, offre  una settimana intensiva di studio e pratica del cinema, durante la quale i partecipanti realizzano un proprio documentario su un’architettura dell’area ticinese seguiti da importanti registi europei come Stan Neumann, Marie–Pierre Duhamel, Ila Bêka e Louise Lemoine.
Da 12 anni WISH, il workshop internazionale di social housing diretto dall’architetto Martino Pedrozzi, promuove un’occasione di approfondimento sul tema dell’abitazione per la collettività, sulla dimensione sociale che esso comporta e sulle sue implicazioni in rapporto ai fenomeni contemporanei di inurbamento e globalizzazione.