Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Salisburgo, tra memoria e contemporaneità

Diloma 2017

 

Il lavoro di Diploma è quest’anno dedicato a Salisburgo, la città austriaca visitata ogni anno da milioni di turisti da tutto il mondo per le sue architetture e le sue proposte culturali, la cui realtà quotidiana vive la continua dialettica tra una storia imponente, testimoniata da importantissimi monumenti, e una contemporaneità segnata dal successo economico, culturale, sociale. È proprio questa dimensione interstiziale che il Diploma vuole esplorare, lavorando su 15 aree nelle zone strategiche della città. Ben si adatta a Salisburgo la definizione di Aldo Rossi di «città per parti»: parti di città pensate e progettate e che grazie a una morfologia e una topografia urbana del tutto particolare – e nonostante approcci tematici e linguistici diversi – riescono a connettersi per diventare un insieme unitario.

Nel Diploma 2017 non saranno dati programmi, riconoscendo all’architetto le capacità di individuare le risposte ai quesiti emersi durante la fase esplorativa della ricerca. Ad accompagnare i lavori saranno invece alcune parole chiave, legate all’idea di Stimmung (atmosfera) così come la intendeva Adolf Loos. I progetti finali saranno infine esposti al Museum der Moderne di Salisburgo nell’autunno 2017.

 

Atelier – professori responsabili

Francisco e Manuel Aires Mateus, Walter Angonese, Michele Arnaboldi, Valentin Bearth, Martin Boesch, Frédéric Bonnet, Mario Botta, Jan De Vylder, Yvonne Farrell e Shelley McNamara, Quintus Miller, João Nunes e João Gomes da Silva, Valerio Olgiati, Jonathan Sergison

Diploma Salisburgo - Accademia di architettura Mendrisio