Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Elaborato di progettazione

Direttive per lo svolgimento
di un Elaborato di progettazione
facoltativo

 

Con l’inizio del nuovo anno accademico 2018-2019, per decisione del Consiglio dell’Accademia di architettura, viene introdotta l’opportunità per gli studenti del corso di Master di svolgere un Elaborato di progettazione facoltativo corrispondente a 2.5 ECTS. Gli studenti che iniziano il 1° anno Master a partire da settembre 2018, hanno dunque la possibilità di avviare, previa iscrizione, la redazione di un Elaborato di progettazione durante il periodo biennale di formazione MSc completandolo prima dell’inizio del semestre di Diploma (termine ultimo ammissibile di consegna e valutazione: sessione d’esame precedente al semestre di Diploma).
L’Elaborato di progettazione diventa per gli studenti un’occasione di approfondimento, nell’ambito della progettazione architettonica, in riferimento a temi di ricerca specifici e concordati con il corpo docente, con la supervisione di un Professore di atelier di progettazione, di ruolo o titolare (vedi lista aggiornata nell’allegato formulario di iscrizione).
Temi e contenuti dell’Elaborato di progettazione sono a discrezione del Professore di riferimento e in ogni caso non possono riferirsi agli argomenti trattati all’interno degli atelier di progettazione (ricerche specifice sulla cultura di progetto, tesine di supporto alla progettazione eccetera, rimangono attività necessarie nell’ambito dell’atelier e costituiscono eventualmente parte integrante della valutazione finale del progetto).
Da un punto di vista strettamente amministrativo si considera che, per lo studente, l’Elaborato di progettazione debba corrispondere a ca 60-65 ore di lavoro.
Viene introdotta altresì la possibilità, in via del tutto eccezionale e comunque previo accordo con i professori interessati (che saranno garanti dell’eccezionalità del caso), di svolgere un Elaborato di progettazione facoltativo di maggiore complessità dal punto di vista dell’articolazione dei temi e dei suoi contenuti, sotto la supervisione congiunta di un Professore di atelier di progettazione (di ruolo o titolare) e di un Professore (di ruolo o titolare) di area disciplinare storico-umanistica. In questo caso, fermo restando l’obbligo di frequentazione di un corso teorico attinente al tema scelto per l’Elaborato di progettazione facoltativo, verranno accreditati anche e in aggiunta i relativi 2.5 ECTS del corso frequentato senza dover sostenere un esame supplementare in ambito storico-umanistico. Da un punto di vista strettamente amministrativo si considera che, in questo ultimo caso, l’Elaborato di progettazione facoltativo debba corrispondere a un monte ore di lavoro per lo studente pari a non meno di 100 ore.
Ciascuno studente può svolgere durante il periodo di formazione Master presso l’Accademia di architettura un solo Elaborato di progettazione facoltativo.
Ogni Professore di atelier di progettazione (di ruolo o titolare) potrà seguire contemporaneamente un massimo di 5 Elaborati di progettazione.

 

Indicazioni per la stesura dell’elaborato

L’Elaborato di progettazione ha valenza facoltativa, deve essere svolto individualmente e non è permesso che più studenti operino, anche se a titolo individuale, su un medesimo tema di ricerca specifico.
L’Elaborato deve essere redatto in lingua italiana oppure, in accordo con il Professore di riferimento, in alternativa in inglese o in una delle lingue nazionali svizzere.

 

Iscrizione

Una volta individuato e concordato il tema di ricerca con il Professore di riferimento, lo studente si deve iscrivere annunciandosi sulla piattaforma elettronica fornita dal Segretariato studi, indicando il tema/titolo dell’Elaborato di progettazione unitamente al nominativo del Professore di riferimento.
Una copia viene automaticamente recapitata al Segretariato studi e al Professore di riferimento, che deve confermare l’iscrizione per e-mail al Segretariato studi e allo stesso studente.

 

Valutazione

Il Professore di riferimento valuta l’Elaborato di progettazione assegnando un voto secondo una scala da 1 a 10, ove 6 rappresenta la sufficienza.
Gli elaborati insufficienti e dunque respinti possono essere presentati nuovamente, dopo l’opportuna rielaborazione, una volta sola, ma sempre ed esclusivamente nell’ambito delle sessioni d’esame (termine ultimo ammissibile di consegna e valutazione: sessione d’esame precedente al semestre di Diploma).
I Professori di riferimento e relativi assistenti sono tenuti a conoscere le modalità di funzionamento e di attivazione della piattaforma Turnitin (Internet-based plagiarismprevention service) e devono poterne interpretare il relativi “rapporti di originalità”.
I Professori di riferimento e relativi assistenti si impegnano a consegnare per tempo le valutazioni degli Elaborati di progettazione svolti, secondo le indicazioni del Segretariato studi, a cui spetta l’attribuzione dei crediti nella relativa sessione d’esami.

 

Disposizioni finali

Per gli aspetti redazionali della parte scritta dell’Elaborato di progettazione si rinvia al rispetto delle “Norme redazionali” valevoli anche per gli Elaborati teorici: in caso questo non avvenga il Coordinamento per gli elaborati segnala il caso alla Commissione esami che ha facoltà di intervenire in merito, in riferimento al Regolamento studi.

 

Entrata in vigore

Le presenti disposizioni per l’Elaborato di progettazione entrano in vigore a partire dal 01.09.2018.