Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Valentin Bearth: conferenza a Varese. I professori dell'Accademia si raccontano

14.04.2010

 

Dopo Padova, Venezia, Losanna e altri territori su suolo svizzero, Varese è la città selezionata per i lavori di diploma dell'anno 2009-2010 all'Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana).
Un'intera città che diventa, quindi, per un periodo di un anno, territorio d'indagine e riflessione per i giovani studenti dell'ateneo ticinese. Al termine dell'esperienza, Varese riceverà in dono 110 proposte per sette siti individuati con il supporto degli amministratori e dei tecnici del Comune. Beninteso, si tratta di esercitazioni didattiche, chiavi di lettura, spunti e come tali vanno interpretati.
I 110 progetti non costituiscono però una semplice sommatoria, ma riuniscono le energie, le speranze, l'audacia di 110 aspiranti architetti. Per chi crede nel fatto architettonico, si tratta di un'occasione straordinaria: 110 modi di guardare alla città in modo diverso.

 


Dopo un primo periodo (da settembre a dicembre 2009) in cui gli studenti hanno assistito a lezioni di professionisti di vari ambiti, fra cui i tecnici del Comune di Varese, per avvicinarsi alla realtà varesina e capirne le dinamiche e le caratteristiche, è iniziato il lavoro vero e proprio di progettazione, nei vari atelier, sotto la direzione dei professori, tutti architetti noti nel panorama internazionale.


Proprio per instaurare un dialogo con i cittadini di Varese e tutti gli interessati e per confrontarsi su un'importante iniziativa culturale-didattica, gli stessi professori presenteranno a Varese le linee direttive dell'analisi e dell'"esplorazione" del territorio prescelto da parte degli studenti.


Da febbraio ad aprile 2010 è quindi previsto un ciclo di conferenze pubbliche non solo all'attenzione degli addetti ai lavori, ma anche per il vasto pubblico, in collaborazione con l'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Varese. Oltre ai professori Esteban Bonell (Barcellona), Quintus Miller (Basilea), Francisco e Manuel Aires Mateus (Lisbona) e Antonio Citterio (Milano), interverrà anche Valentin Bearth (Coira), l'attuale Direttore dell'Accademia di Mendrisio. Chiuderà la rassegna Mario Botta (Lugano), il Direttore dell'anno di diploma a Varese che pure dirige un gruppo di studenti nel loro lavoro finale.


Grazie all'ospitalità concessa dal FAI - Fondo per l'Ambiente Italiano e dal suo Direttore, Anna Bernardini, le conferenze si terranno nella prestigiosa cornice di Villa e Collezione Panza. Per l'occasione parteciperà anche un nome noto a Varese e non solo, il giornalista de La Provincia Cesare Chiericati, che ha lavorato per Arnoldo Mondadori editore, Il Giorno, la Radio Televisione della Svizzera italiana e che in passato ha diretto il quotidiano ticinese Il Giornale del Popolo. Chiericati introdurrà ciascuna serata e darà poi avvio al dibattito con il pubblico.


Il calendario prevede quindi sei appuntamenti:


• Esteban Bonell (Barcellona): 17.2.2010
Residenza e cultura, progetti per Piazzale Staffora e Palazzo Estense


• Quintus Miller (Basilea): 10.3.2010
Le nuove stazioni ferroviarie di Varese


• Francisco e Manuel Aires Mateus (Lisbona): 17.3.2010
II lago, una risorsa per la città di Varese


• Antonio Citterio (Milano): 30.3.2010
Ex Aermacchi, nuovo museo del design della provincia di Varese


• Valentin Bearth (Coira): 14.4.2010
La costruzione dello spazio


• Mario Botta (Lugano): 28.4.2010
Piazza Repubblica, una nuova centralità urbana


Durante gli incontri saranno illustrate le attività in corso e verranno anticipati i progetti degli studenti per la Varese futura. Inoltre, sarà possibile avvicinarsi al mondo degli architetti invitati che, oltre all'attività didattica, dirigono ciascuno con successo uno studio. Bonell, Miller, i fratelli Aires Mateus, Citterio, Bearth e Botta - tutti protagonisti dell'architettura contemporanea che si sono meritati riconoscimenti in patria e all'estero - si racconteranno presentando alcuni progetti realizzati o attualmente sul tavolo.


L'esperienza condotta dai diplomandi dell'Accademia di Mendrisio su Varese è resa possibile grazie al patrocinio del Comune di Varese, della Provincia di Varese, della Regione Lombardia - Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Varese, con la collaborazione del FAI - Fondo per l'Ambiente Italiano e della Tinext, e il sostegno di ANCE - Associazione Nazionale Costruttori Edili Varese, l'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Varese, l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Varese, Norlight e Teamwork.


Le conferenze si terranno di mercoledì (tranne quella di Antonio Citterio, prevista per martedì), con inizio alle ore 20.30, a Villa e Collezione Panza (Piazzale Litta 1, Varese). L'ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

SITO DELL'INIZIATIVA: www.varese110elode.ch


INFORMAZIONI:


Amanda Prada
Responsabile comunicazione e conferenze
Accademia di architettura di Mendrisio
tel. +41 58 666 58 69, amanda.prada@usi.ch


Andrea Ciotti
Organizzazione diploma Varese
Accademia di architettura di Mendrisio
tel. +39 338 96 24 774, andrea.ciotti@usi.ch


Giuliana Bergomi
Communication Project Manager diploma Varese
Teamwork
tel. +39 335 14 37 747, g.bergomi@teamwork-eu.it

Articolo fornito da
USI Feeds