Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Istituto di storia e teoria dell’arte e dell’architettura

ISA

 

L’Istituto di storia e teoria dell’arte e dell’architettura (ISA), di recente fondazione, si ispira per il proprio profilo a famose e affermate istituzioni simili, quali l’History, Theory and Criticism of Architecture and Art (HTC) del MIT di Boston o l'Institut für Geschichte und Theorie
der Architektur (gta) del Politecnico di Zurigo, ancora oggi operative con successo dopo decenni di attività.

Nei diversi ambiti culturali trattati dall’Istituto (per citare i più importanti: storia dell’arte e dell’architettura, culture visuali, filosofia, pensiero politico…) si svilupperanno i concetti e gli strumenti disciplinari atti a potenziare la conoscenza dei contesti fisici, storici e sociali delle pratiche artistiche e architettoniche. Senza limitare i propri campi di studio ad alcuna epoca né area geografica in particolare, scopo dell’Istituto è di promuovere una migliore comprensione dei complessi significati dell’agire artistico e architettonico, favorendo inoltre l’integrazione della cultura storica e teorica nella vita didattica e nel dibattito progettuale dell’Accademia di architettura.

Tra le attività qualificanti l’Istituto si possono ricordare le seguenti: il coordinamento della formazione nella Storia e teoria dell’arte e dell’architettura nei corsi di Bachelor e di Master; la supervisione del lavoro di ricerca e di quello dei dottorandi in particolare; l’organizzazione di lezioni tematiche, cicli di conferenze e convegni; l’istituzione di una cattedra di alti studi per professori ospiti, la cosiddetta Cattedra Borromini, riservata a figure intellettuali di particolare rilievo; la creazione di una piattaforma per la ricerca competitiva; la pubblicazione di studi e ricerche in specifiche collane editoriali.

Questo complesso di impegni e iniziative fanno dell’ISA uno strumento prezioso per integrare la ricerca e l’insegnamento della storia e della teoria quali componenti vitali della cultura architettonica contemporanea e della sua trasmissione.

  • Direttore fondatore
    • Christoph Frank
  • Membri
    • Sonja Hildebrand
    • Carla Mazzarelli
    • Daniela Mondini
    • Sascha Roesler
  • Collaboratori
    • Adriano Amendola
    • Carmen Aus der Au
    • Virgilio Berardocco
    • Anna Bernardi
    • Sergio Bettini
    • André Bideau
    • Matthias Brunner
    • Elena Chestnova
    • Irina Emelianova
    • Nicola Emery
    • Lionel Epiney
    • Dalila Ghodbane
    • Michael Gnehm
    • Fulvio Irace
    • Vladimir Ivanovici
    • Annemarie Jaeggi
    • Almuth Klein
    • Madlen Kobi
    • Simona Martinoli
    • Régis Michel
    • Mirko Moizi
    • Gabriele Neri
    • Bruno Pedretti
    • Giorgia Pollio
    • Maritza Prosdocimi
    • Vincenza Sutter
    • Vega Tescari
    • Matteo Trentini
    • Matteo Vegetti
    • Dieter Weidmann
    • Graziella Zannone Milan
  • Segreteria
    • Paola Pina Blouin

Con l’istituzione della Cattedra Borromini, un insegnamento annuale di alto livello nel campo degli studi umanistici (che si assegna a intervalli di due o tre anni), l’Università della Svizzera italiana, l’Accademia di architettura e il suo Istituto di storia e teoria dell’arte e dell’architettura intendono sottolineare il proprio impegno a favore delle scienze umane, intese in senso ampio, e a sostegno del ruolo integrante che esse hanno svolto e continuano a svolgere nella creazione artistica e architettonica. La Cattedra Borromini prevede in genere due cicli di lezioni e una serie di conferenze pubbliche su un tema specifico, le Conferenze Borromini.

Cattedra Borromini

  • Indirizzo
    • Istituto di storia e teoria dell’arte e dell’architettura
    • Accademia di architettura
    • Via Alfonso Turconi 36
    • 6850 Mendrisio
    • Svizzera
  • Telefono
    • +4158 666 5890
  • Fax
    • +4158 666 5868 
  • E-mail
  • Internet