Università
della
Svizzera
italiana
Academy
of Architecture

 
 

Workshops OST

 

Oggi l’accesso alla rete consente a chiunque di poter accedere alle tecnologie più recenti per la rappresentazione cartografica. La mappa 2.0 (open source) è alla portata di tutti, senza costi e con un accesso ai dati sempre più agevole. Ciò che manca è invece una cultura cartografica, ovvero l’arte di fare le mappe in quanto strumenti di comunicazione contemporanei, che comprende sia le tecniche di mappatura sia gli strumenti di semiologia grafica.

 

L’11 ottobre 2019, l’Osservatorio dello sviluppo territoriale (OST) ha organizzato presso l’Accademia di architettura di Mendrisio una giornata di studio intitolata “Cartografia, cittadinanza e partecipazione” con l’obiettivo di approfondire questi temi affrontando anche il discorso delle relazioni tra cartografia e società, in una prospettiva il più possibile aperta alla scuola, alle ONG e alla pianificazione urbana-territoriale. Come sono cambiati i rapporti tra la carta e il cittadino? Cosa ci insegnano le esperienze nei paesi del sud e quali possono essere alle nostre latitudini le applicazioni e i limiti di questa “cartografia partecipativa”?

 

La pubblicazione degli atti di questo workshop è prevista per l’estate 2020.

Cartografia, cittadinanza
e partecipazione
Mendrisio

11 ottobre 2019

Mapping, Citizenship and Participation Cartographie, citoyenneté et participation, Accademia di architettura, Osservatorio dello Sviluppo territoriale

Traditionally, the complexity behind the elaboration of maps in the field of spatial development has confined mapping to a limited number of technicians mandated by local governments. However, during the last few decades the rise of geospatial technologies accessible to a large public has opened up unprecedented possibilities in the field of cartography, especially regarding the participation of non-specialized citizens to the elaboration of geographic information. With these considerations in mind, the workshop Mapping Techniques and Citizenship proposed to bring this discussion to the context of emerging countries’ metropolises. A series of conferences was therefore organised to address the potential of new technologies to generate, in a decentralized and participative way, relevant spatial information to support the spatial development of precarious settlements that result of "informal" urbanization processes.

 

The proceedings of this workshop are now available online:
PESSOA COLOMBO, V., BASSANI, J., TORRICELLI, G.-P., & de ARAÚJO, S. A. (Orgs.) Participatory mapping: technology and citizenship. First edition, 2019 - digital version.

Mapping Techniques
and Citizenship
São Paulo

13-17 novembre 2018

PARTICIPATORY MAPPING: TECHNOLOGY AND CITIZENSHIP, USI Accademia di architettura, Osservatorio dello Sviluppo Territoriale