Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura

 
 

Mostre 2007-08

 

L’Accademia di architettura propone ogni anno un ricco programma di esposizioni. Inaugurata nell’anno accademico 2005-2006, la Galleria ospita mostre di architettura e urbanistica, arte e fotografia: proposte di tipo monografico, dedicate a professionisti e artisti di fama internazionale, città in vertiginosa crescita, edifici dalla singolare vicenda progettuale. Ma lo spazio si apre anche a illustrare i risultati didattici e le ricerche avviate dall’Accademia in collaborazione con Fondazioni e Istituti.

  • Director
    • Valentin Bearth
  • Responsible
    • Stefania Murer
  • Logistics
    • Pasquale Carminati
    • Marco Corti
    • Francesco Talaia

La mostra antologica ha messo in luce come l’opera del maestro portoghese abbia origine nell’atto profondo di osservare e poi tradurre in segno i frammenti di una realtà complessa: lo schizzo è allora l’imprescindibile strumento d’investigazione e comunicazione del fare progettuale, sempre presente nel processo architettonico, dall’inizio sino alle fasi finali.

Álvaro Siza, architetto

Alvaro Siza

L’esposizione ha messo in risalto idee e progetti dei giovani architetti iscritti alle facoltà di Architettura svizzere sul tema La casa dell’architettura.

Premio Architettura Eternit 2006

Dedicata al giovane architetto venezuelano che opera a Zurigo, la mostra ha esposto disegni, fotografie, filmati e innumerevoli modelli di dimensioni e materiali diversi, dove proprio il modello, strumento prediletto dell’autore, è quasi un veloce schizzo che rivela aspetti, frammenti della realtà e una percezione dello spazio sempre differente.

Christian Kerez,

progetti 1988-2007

Dedicata ai progettisti britannici Jonathan Sergison e Stephen Bates, la mostra ha esplorato il nesso fra idea e costruzione, fra il pensare e il fare: il materiale raccolto nell’esposizione (schizzi, disegni, plastici, campioni di materiali e fotografie) ha evidenziato quanto la materialità influisca sulla percezione dell’edificio, rivelando altresì la relazione tra strategia e dettaglio.

More Brick-work:
thinking and making

Jonathan Sergison

Realizzata e promossa dall’Accademia di architettura e dall’Archivio del Moderno di Mendrisio, in collaborazione con Do.co.mo.mo Suisse, l’esposizione ha avuto tra i suoi obiettivi quello di promuovere la conoscenza e lo studio delle problematiche di conservazione e di riuso relative al complesso progettato da Vittoriano Viganò, testimonianza tra le più significative dell’architettura italiana degli anni Cinquanta e oggi in stato di totale abbandono. Il catalogo è pubblicato da Mendrisio Academy Press.

L'istituto Marchiondi Spagliardi

di Vittoriano Viganò

Una lettura critica

attraverso gli archivi

e la documentazione recente
15 maggio – 29 giugno 2008
a cura di

Franz Graf, Bruno Reichlin

promossa da
Accademia di architettura
e Archivio del Moderno, Mendrisio