Eventi
28
Maggio
2024
28.
05.
2024
10
Maggio
2025
10.
05.
2025

Conferenza di Carla Mazzarelli, in occasione della Giornata internazionale dei musei 2024

Thomas Rowlandson, Viewing at the Royal Academy, c.1815. Yale Center for British Art, Paul Mellon Collection. The Bridgeman Art Library (part.)
Thomas Rowlandson, Viewing at the Royal Academy, c.1815. Yale Center for British Art, Paul Mellon Collection. The Bridgeman Art Library (part.)

Teatro dell'architettura

Data d'inizio: 18 Maggio 2024

Data di fine: 19 Maggio 2024

In occasione della Giornata Internazionale dei musei 2024 e in collaborazione con la Rete dei Musei d'Arte del Mendrisiotto, il TAM apre le sue porte sabato 18 e domenica 19 maggio. Sono in programma una serie di visite alla mostra "La scuola di Mendrisio. Un progetto" con gli studenti dell'Accademia e una conferenza di Carla Mazzarelli sulla percezione dei musei da parte del pubblico, introdotta dal Responsabile mostre TAM, Marco Della Torre.

  • Sabato 18 maggio 2024, dalle ore 11.00 alle ore 12.00

Carla Mazzarelli, professoressa di Museologia e museografia e Storia dell'arte moderna presso l'Accademia di architettura-USI

"Magari vedremo Ramona Lisa...!" Musei e pubblico, ieri, oggi e domani.
In una striscia di Schulz, due giovani fanciulle attraversano con allegra spensieratezza un “Museo d’arte”. Non importa che confondano Mona Lisa con un’oscura “Ramona Lisa”. L’importante è divertirsi. Oppure no? “Questa roba vuole essere istruttiva” chiosa severa una delle due!  Molti anni prima, nel 1923, per Paul Valéry non c’erano dubbi: entrare in un museo non lo rendeva felice, al contrario, lo poneva di fronte alla richiesta esplicita di un disciplinamento che il poeta e scrittore sentiva contraria alla ricerca e alla contemplazione del bello. Nel suo costituirsi tra Settecento e Ottocento come spazio architettonico preposto alla fruizione pubblica dell’arte, il museo può anche essere narrato come un luogo della negoziazione della libertà dei pubblici. Racconteremo questa storia seguendo, nel tempo, le voci e le immagini di visitatori e visitatrici colti nell’attraversamento del museo fino alla nostra contemporaneità. Se i musei liberano, in un certo senso, le opere d’arte dai confini dello spazio privato e ne moltiplicano le possibilità di visione, al contempo plasmano lo sguardo, la postura, il passo del pubblico. O è il pubblico a dover plasmare i musei di domani?

Biografia
Carla Mazzarelli
è Professoressa titolare presso l'Accademia di architettura di Mendrisio, Istituto di storia e teoria dell'arte e dell'architettura di Storia dell'arte e dell'architettura della prima età moderna e di Museologia e Museografia. È docente anche presso l'Istituto di studi italiani. Ha studiato Storia dell’arte moderna e Museologia all’Università di Roma Tre e all’Università di Firenze e ha insegnato come Ricercatrice post doc e Professoressa ex cattedra presso l'Università della Calabria. Nel 2018 ha conseguito l'Abilitazione italiana come Professoressa Associata all'unanimità della commissione. Nel corso della sua carriera accademica ha vinto numerosi premi di ricerca: presso la Fondazione di studi di storia dell’arte "Roberto Longhi", l’Accademia di San Luca-British Academy, dell'Accademia dei Lincei presso il Courtauld Institute a Londra, del Paul Mellon-Centre for British Art (Yale University). Nel giugno del 2023 è stata Visiting Researcher presso la Durham University. I suoi studi vertono in particolare sulla cultura di tradizione classica tra XVII e XIX secolo e sui temi connessi alla trasmissione dei modelli e della riproducibilità artistica tra prima età moderna e Novecento oltre che sul tema della fruizione museale, delle origini della museografia e del ruolo dei pubblici tra XVIII secolo e primo Novecento. Si interessa anche ai temi connessi al ruolo del digitale e del virtuale nelle pratiche espositive contemporanee. Dal 2023 dirige il progetto di ricerca finanziato dal FNS (2023-2027) Visibility Reclaimed. Experiencing Rome’s First Public Museums (1733-1870). An Analysis of Public Audiences in a Transnational Perspective.

Segue un rinfresco.

È gradita la prenotazione: [email protected]; +41 58 666 5867

----------

  • Sabato 18 e domenica 19 maggio 2024, dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Visite alla mostra "La scuola di Mendrisio. Un progetto"
Sarà possibile visitare la mostra accompagnati dagli studenti dell'Accademia di architettura.
>> chiedere in ricezione.

----------

Grazie alla collaborazione tra le cinque istituzioni della Rete dei Musei d'Arte del Mendrisiotto - il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto, il Museo d'arte Mendrisio, la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst a Rancate, il m.a.x. museo a Chiasso e il Teatro dell'architettura Mendrisio - i visitatori avranno la possibilità di accedere a un'offerta culturale ampia e diversificata in un’atmosfera conviviale, tra visite guidate, laboratori per bambini e adulti, una performance di danza e una conferenza sul rapporto tra museo e pubblico.
>> Programma completo della Rete MAM per la GIM 2024

Per la Giornata Internazionale dei Musei, l'entrata così come la partecipazione alle attività proposte sono gratuite.