Novità

Paolo Perulli. Econimia della velocità, Mendrisio Academy Press
Paolo Perulli. Econimia della velocità, Mendrisio Academy Press

La società mobile, liquida, interconnessa presuppone e richiede una velocità sempre più elevata nel movimento di persone, merci e informazioni, ma produce retroazioni. È la faccia della globalizzazione meno esplorata e invece cruciale. Senza le grandi navi dell’industria dello shipping non ci sarebbe l’economia globale delle merci progettate in America, prodotte in Cina e distribuite nel mondo. Senza informatica distribuita e mezzi di consegna istantanea non ci sarebbe l’economia di Amazon. Senza le piattaforme digitali non ci sarebbe il gigantesco mercato della grande distribuzione organizzata. Senza treni ad alta velocità non ci sarebbe la circolazione di persone tra grandi città che ha cambiato il modo di vivere e di lavorare. Si è quindi compiuta in pochi anni una mutazione storica: dall’industria di massa dell’automobile alla mobilità informazionale, cognitiva, personalizzata del nuovo secolo. Con impegni di capitali e tecnologie, consumo di risorse ambientali e impatti sull’ecologia e sulla vita quotidiana e l’identità delle persone. Aspetti di un fenomeno più grande e sottile, quello dell’accelerazione sociale. Che produce anche alienazione e disintegrazione. E oggi richiede un radicale ripensamento causato dalla pandemia. Verso quali mete l’intera società è messa alla rincorsa? Il volume esplora l’economia della velocità, i saperi tecnici che la rendono possibile e i paradossi sociali e ambientali che ne derivano. Testi di: Simonetta Armondi, Giuseppe Berta, Sergio Bologna, Andrea Bottalico, Luca Garavaglia, Paolo Perulli, Marco Ponti, Pier Paolo Puliafito, Marcello Tadini.

Economia della velocità. A cura di Paolo Perulli

a cura di Paolo Perulli
12,5 x 20,5 cm, 112 pp.
brossura
italiano
Silvana Editoriale
ISBN 9788836652396
€ 15 / frs 15.-


Acquista
Quarantotto pagine:  Paolo Zermani, Fondamenta, Mendrisio Academy Press
Quarantotto pagine: Paolo Zermani, Fondamenta, Mendrisio Academy Press

«Il nuovo sopra l’antico è stato il titolo del mio insegnamento in Accademia in questi anni, dove il termine “sopra” indica non tanto una volontà di celare, ma quella di un integrare consapevole. Nel rapporto tra queste due parole sta il passaggio al progetto, che possiamo identificare come tentativo di rappresentare la nuova distanza tra le cose. Dopo aver condiviso un percorso attraverso le mie opere, perché il progetto si insegna con il progetto e non saprei fare diversamente, ma anche con il preciso supporto dei dati di rilievo depositati nei luoghi, è iniziato il lavoro critico finale di ciascuno studente, applicato ogni anno a una diversa città italiana. Con l’ausilio dei cinque punti (luogo, tempo, terra, luce, silenzio) individuati quale sequenza interpretativa e traccia per modificare lo spazio, nella complice quiete dell’atelier abbiamo potuto tradurre le sensazioni in misure, secondo un metodo teso a non offrire soluzioni gratuite o astrattamente creative, nella convinzione che l’architettura si trasforma e non si improvvisa» (Paolo Zermani).

Quarantotto pagine: Paolo Zermani, Fondamenta

14,5 x 19 cm, 52 pp.
22 ill. b/n
brossura
italiano
Silvana Editoriale
ISBN 9788836650842
€ 10 / frs 12.-


Acquista
Architectural History and Globalized Knowledge. Gottfried Semper in London, Mendrisio Academy Press
Architectural History and Globalized Knowledge. Gottfried Semper in London, Mendrisio Academy Press

Gli anni dell’esilio a Londra (1850-55) furono per Gottfried Semper un periodo di esperienze assai feconde. La Londra della Grande Esposizione ha offerto all’architetto tedesco un immenso tesoro di oggetti di studio e un ambiente intellettuale che ha fornito impulsi decisivi alla sua innovativa teoria storico-culturale dell’architettura. Questo volume, frutto di un progetto di ricerca del FNS in collaborazione tra l’Istituto di storia e teoria dell’arte e dell’architettura dell’USI e l’Istituto di storia e teoria dell’architettura dell’ETH di Zurigo, legge l’opera di Semper progettista, insegnante e teorico dell’architettura, sullo sfondo dell’ambiente storico, architettonico e disciplinare del tempo. Testi di: Elena Chestnova, Murray Fraser, Michael Gnehm, Sonja Hildebrand, Mari Hvattum, Claudio Leoni, Kate Nichols, Alina Payne, Philip Ursprung, Caroline van Eck, Dieter Weidmann, Beat Wyss.  

Architectural History and Globalized Knowledge. Gottfried Semper in London

a cura di
Michael Gnehm, Sonja Hildebrand
19 x 24,5 cm
216 pp.
88 ill. col., 24 ill. b/n
brossura
inglese
gta Verlag
ISBN 9783856764098
DOI: https://doi.org/10.3929/ethz-b-000501065
€ 35 / frs. 35.‒
Open Access


Acquista
Annuario 2020. Accademia di architettura, Mendrisio Academy Press
Annuario 2020. Accademia di architettura, Mendrisio Academy Press

26 atelier di Progettazione, 14 atelier di Diploma, 97 corsi, 90 docenti, 116 assistenti, oltre 800 studenti: un anno di attività all’Accademia di architettura di Mendrisio.

Annuario 2020. Accademia di architettura

24 × 24 cm, 384 pp.
515 ill. b/n, 51 ill. col.
brossura
italiano / inglese
ISBN 9788887624922
€ 18 / frs 20.–


Contattaci
Aurelio Galfetti. Costruire lo spazio The Construction of Space, Mendrisio Academy Press
Aurelio Galfetti. Costruire lo spazio The Construction of Space, Mendrisio Academy Press

I tre saggi qui raccolti propongono una lettura specifica di momenti differenti del lavoro di Aurelio Galfetti e, a partire da un singolo progetto, dimostrano come l’idea di un’architettura territoriale abbia sempre legato nella sua attività il progetto (a qualsiasi scala) al luogo, al paesaggio e al territorio. Testi di Franz Graf, Nicola Navone, Laurent Stalder.Intervista di Francesca Albani.

Aurelio Galfetti. Costruire lo spazio The Construction of Space

a cura di
Franz Graf
24 x 28 cm, 160 pp.
25 ill. b/n, 103 ill. col.
brossura
italiano / inglese
ISBN: 9788836648689
€ 30 / frs 30.–


Acquista
Tracce di una scuola. Accademia di architettura a Mendrisio 1996-2021, Mendrisio Academy Press
Tracce di una scuola. Accademia di architettura a Mendrisio 1996-2021, Mendrisio Academy Press

Questo libro raccoglie alcune tracce del percorso di fondazione e crescita dell’Accademia di architettura, nata nel 1996 come facoltà della coeva Università della Svizzera italiana. La scuola si è da subito distinta per un’offerta didattica volta al dialogo tra discipline diverse e solo apparentemente lontane dall’architettura, dove storici, filosofi, artisti e scienziati interagiscono con architetti e urbanisti. E nel ripercorrere i primi 25 anni dell’Accademia, l’autore, architetto di fama mondiale e uno dei fondatori della scuola, narra anche dell’architettura vissuta come impegno generazionale di fronte alle trasformazioni ambientali.

Tracce di una scuola. Accademia di architettura a Mendrisio 1996-2021

Mario Botta
Tracce di una scuola.
Accademia di architettura a Mendrisio
1996-2021
21 x 26 cm, 424 pp.
690 ill. col. e b/n
brossura
italiano
Electa
ISBN: 9788892821279
€ 35 / frs 35.–


Acquista
Paolo Portoghesi. I ponti di Borromini, Mendrisio Academy Press
Paolo Portoghesi. I ponti di Borromini, Mendrisio Academy Press

«Questa sera, per non annoiarvi troppo con cose risapute, parlerò di Borromini come costruttore di ponti, anche se sul piano fisico non ne ha costruito nessuno. Per capire in che senso va interpretata la parola “ponte” vi riporto la definizione che ne diede un filosofo di cui avrò occasione di riparlare: “Il ponte si slancia ‘leggero e possente’ al di sopra del fiume. Esso non solo collega due rive già esistenti. Il collegamento stabilito dal ponte – anzitutto – fa sì che le due rive appaiano come rive. È il ponte che le oppone propriamente l’una all’altra. L’una riva si distacca e si contrappone all’altra in virtù del ponte. Le rive poi non costeggiano semplicemente il fiume come indifferenziati bordi di terra ferma. Con le due rive il ponte porta di volta in volta l’una e l’altra distesa del paesaggio circostante. Esso porta il fiume, le rive e la terra circostante in una reciproca vicinanza». Le rive che i ponti borrominiani distinguono e congiungono sono molte. Quelle di cui parleremo sono sei: il Nord e il Sud dell’Europa; la decorazione e l’organismo architettonico; le forme dell’architettura e i loro significati; la composizione e scomposizione come metodo progettuale; virtuale e reale; l’architettura e la vita» (Paolo Portoghesi).

Paolo Portoghesi. I ponti di Borromini

Quarantotto pagine:
14,5 x 19 cm, 52 pp.
40 ill. col., 15 ill. b/n
brossura
italiano
Silvana Editoriale
ISBN 9788836647989
€ 10 / frs 12.‒


Acquista
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli
Mendrisio Academy Press, Milano città e territorio. Uno studio di caso Antonio Calafati, Basellini, De Lorenzo, Zoli

Questo libro è l’esito di un progetto didattico che origina da una consolidata prospettiva di ricerca sulla città contemporanea. Utilizza il caso di Milano come introduzione allo studio della coevoluzione tra città sociale e città fisica – un tema analitico e progettuale che ha segnato l’urbanistica moderna.Nella prima parte si descrive il processo di formazione della città-di-fatto di Milano, nella seconda viene presentata una metodologia di analisi della morfologia del territorio del comune di San Donato Milanese, interpretato come parte, come quartiere, della Grande Milano.

Milano: città e territorio. Uno studio di caso

Antonio Calafati,
Carlottavio Basellini, Alberto De Lorenzo, Stefano Zoli
19 x 22,5 cm
96 pp.
80 ill. col., 14 ill. b/n
brossura
italiano
Silvana Editoriale
ISBN 9788836646647  
€ 20 / frs. 20.‒

 


Acquista
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi
Mendrisio Academy Press, Quindici anni di Wish by Martino Pedrozzi

Come evitare la creazione di nuovi ghetti o il proliferare di quartieri-dormitorio? In che modo l’agire architettonico incentiva il legame tra la dimensione individuale e familiare e quella sociale e collettiva? In questa duplice specificità risiede la peculiarità del social housing: rispondere a esigenze primarie e offrire scenari di vita capaci di accogliere la complessità dello spazio pubblico. Così facendo la progettazione dell’alloggio sociale si lega al fatto urbano e alla sua profonda stratificazione sociale, culturale e temporale. La progettazione di importanti brani di città costituisce il motivo di fondo di tutte le 15 edizioni del WISH (Workshop on International Social Housing), un progetto formativo avviato nel 2003 dall’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana e che questo volume racconta.

Quindici anni di WISH

Workshop on International Social Housing
2003-2017
a cura di
Martino Pedrozzi, Andrea Nardi
17 x 24 cm
280 pp.
96 ill. col., 204 ill. b/n
brossura
italiano
ISBN 9788887624915
€ 39 / frs. 39.‒


Contattaci