Videogiochi e architettura: l'USI diventa Unreal Academic Partner di Epic Games

ab42e0c8926fbbd49d56f1d7226a4437.jpg
8b6a09bd1f7772548018e9d6e128dfd5.jpg
a2c9c9e4fd20d7148449d1c380a28992.jpg

Servizio comunicazione istituzionale

4 Febbraio 2022

È stato detto che il motore grafico più potente del mondo è la nostra immaginazione. Ma se ci fossero strumenti così avanzati in grado di trasformare in breve tempo una nostra visione in realtà... virtuale? È questo che gli studenti e le studentesse del corso di Rappresentazione digitale avanzata, sotto la guida dell'architetto e docente Giovanni Balestra presso l'Accademia di architettura dell'USI, sono in grado di realizzare attraverso software che permettono di generare immagini ultra realistiche, che sono valse il riconoscimento formale da parte della società americana Epic Games, la quale, nel giugno 2021, ha designato l'Università della Svizzera italiana come Unreal Academic Partner. Una vera e propria prima in Svizzera, Germania e Italia.

Epic Games è uno dei leader mondiali nel settore dei videogiochi, con all'attivo successi di portata planetaria (si pensi solo al videogioco Battleroyal Fortnite, apprezzato da milioni di persone). In questi videogiochi la contestualizzazione architettonica dei diversi temi e delle strategie che compongono l'azione e la narrativa del gioco svolge un ruolo centrale e connotativo.

I lavori degli studenti e delle studentesse dell'Accademia di architettura dell'USI riproducono oggetti architettonici, spazi grafici, scenari e animazioni di realtà virtuale in 3D di qualità molto elevata, che possono poi essere inseriti in contesti più ampi come appunto quelli dei videogame. Le immagini ultra realistiche sono realizzate attraverso software avanzati in grado di generare, in tempo reale, questi elementi virtuali e farli dialogare all'interno di un sistema. Un modello in tempo reale può ad esempio essere aggiornato con nuovi elementi di progettazione e visualizzato altrettanto velocemente.

Tutto questo si inserisce in un contesto in cui i videogiochi sono considerati da molti dei "beni culturali" che veicolano esperienze e suscitano discussioni e dibattiti. La produzione videoludica negli ultimi anni è arrivata a coprire una pluralità di contenuti comparabile a quella cinematografica o letteraria, che si articola su più livelli: narrativo (racconto), formale (universo grafico), di modalità di interazione o di partecipazione (come deve agire il giocatore nel gioco) e di interfacce scelte (p. es. PC, smartphone, console o dispositivo per la realtà virtuale).

"L'ideazione dello spazio d'azione è illimitata, creativa e stimolante in termini di simulazione progettuale, tanto in dimensione paesaggistica e territoriale quanto architettonica, per volumi esterni e ambientazione d'interni", spiega Giovanni Balestra, architetto e docente di Rappresentazione digitale presso l'Accademia di architettura dell'USI. "Una realtà che schiude al futuro architetto un campo di studio e applicativo di vastissimo potenziale - anche rispetto al mercato del lavoro - e stimola la ricerca e la formazione".

In particolare il riconoscimento di Unreal Academic Partner inserisce l'USI nella rete di partner accademici di Epic Games, la quale garantisce l'accesso esclusivo alle applicazioni e agli abbonamenti presso i vari attori coinvolti (come SketchFab e Quixel, aziende leader nei modelli e nelle texture digitali) e infine offre la promozione attraverso i canali online di Epic Games. Tutto questo al fine di fornire agli studenti gli strumenti necessari affinché siano preparati per un mercato del lavoro in evoluzione e altamente competitivo.